Chi siamo

diskolé chi siamo

L’associazione Diskolé nasce a Torino dalla pluriennale esperienza di un’équipe  di educatori ed educatrici nella progettazione sociale, educativa e didattica sul territorio, con competenze molteplici e variegate, per rispondere alle sfide dell’innovazione pedagogica.

Il nome Diskolé richiama infatti una concezione integrata, olistica e multidimensionale dello spazio/tempo scolastico, secondo una ricchezza semantica implicita nell’etimologia stessa del termine scuola. Il termine greco skholé, infatti, in origine coniugava in sé  i significati di tempo libero, ozio intellettuale e agio con la definizione del luogo fisico deputato allo studio, per poi evolvere semanticamente fino ai significati attuali, quasi contrapposti.

Diskolé si propone di ri/conciliare armonicamente i due àmbiti affinché possano convivere costruendo una comunità aperta e un ecosistema inclusivo presso cui discenti e docenti “desiderino” abitare insieme. In questo modo, vogliamo riaffermare l’importanza del  desiderio,  a cui è legato, attraverso il verbo latino studeo (io desidero), il concetto di studio, anch’esso separatosi nel tempo da un’origine etimologica che non distingueva tra la dimensione degli apprendimenti e quella pulsionale, desiderativa, affettiva e relazionale, suggerita anche dall’assonanza con il termine dìscole, inteso come soggettività vivaci e intellettualmente irrequiete, curiose e in cerca di autonomia.

Preposta a skolé, la sillaba Di richiama l’attenzione alle tecnologie digitali come risorsa didattica ed educativa indispensabile, l’impegno a ridurre con azioni innovative il digital divide come fattore ostativo ad una piena cittadinanza nell’attuale contesto globale, e un’accezione ampia, plurale ed in divenire dei diritti e delle differenze nell’odierna società multiculturale.

Per questo il nostro gruppo è formato da educatrici ed educatori con competenze diversificate per  garantire la continuità dei progetti nelle scuole della Circoscrizione 3 e della Circoscrizione 4 di Torino  e sul territorio e  proporre un’offerta multidisciplinare.