Provaci ancora, Sam!

La bimba atomica

La I D dell’I.C. Montalcini, ha iniziato l’anno di “Provaci Ancora, Sam!” 2021-2022 sperimentando libri, giochi, avventure grafiche, per comprendere i meccanismi che possono mettere in relazione narrazione e scelta, sia essa logica, etica, matematica, o semplicemente personale. Sperimentando tecniche e linguaggi, ed esplorando con un approccio nuovo le materie scolastiche, ragazzi e ragazze hanno nel corso dell’anno ideato e assemblato un’avventura in un mondo distopico, post-apocalittico. Un’avventura a bivi che permette a chi la intraprende di provare a salvare il mondo…

La bimba atomica è un libro game fruibile come un eBook, attraverso l’applicazione pubreader. Scaricata l’applicazione (per Android o per iOs), è sufficiente scaricare cliccando La bimba atomica.xpub, per aprirlo automaticamente e buttarsi nell’avventura.

Verso un confine e oltre!

 

Fatto con Padlet

 

Scoprire, osservare, domandare, riflettere, conoscere, esplorare, immaginare, indagare, scorgere, provare … ecco alcune delle parole chiave che hanno guidato e accompagnato nel corso del primo quadrimestre la classe 1 A dell’ I.C. Rita Levi Montalcini, secondaria di I grado, nell’ ambito del progetto “Provaci ancora, Sam!” in un percorso multi e interdisciplinare ispirato al tema del confine, inteso non solo in senso fisico e geografico ma anche, e soprattutto, per le suggestioni emotive, spirituali, fantasmatiche e assolutamente non scontate od ordinarie che la parola stessa è in grado di evocare.

Studenti e studentesse, stimolatə alla riflessione dalla visione critica delle opere esposte alla GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino in occasione della mostra “Una collezione senza confini”, hanno deciso di approfondire appunto il concetto di confine, della sua assenza o del suo superamento, in vario modo, coinvolgendo più materie e docenti, e discutendo, sperimentando e confrontandosi.

La classe ha quindi reso tale ricchezza di idee, pensieri e considerazioni attraverso immagini, testi originali, fotografie in presa diretta, musica e video a tema e ha raccolto tutto il materiale prodotto in un Padlet, una sorta di bacheca virtuale su cui è possibile caricare e condividere qualsiasi tipo di materiale e sulla quale ciascunə ha il proprio libero spazio creativo.

Troverete contenuti sorprendenti, non di rado un po’ pazzi!, vi invitiamo a curiosare tra i post- it virtuali con un’avvertenza alla navigazione: leggete l’introduzione e non perdetevi nessun contributo!

Un milionario … scientifico!

<

Un articolo scientifico può essere interessante ma spesso, da semplici appassionatə, può anche risultare difficile da interpretare e leggere nella sua struttura e complessità… la classe 1A dell’I.C. Alberti Salgari Berta, nel corso del I quadrimestre dell’anno scolastico 2021/2022 nell’ambito del progetto “Provaci ancora, Sam!” ne ha analizzati e letteralmente smontati alcuni per poi realizzare un gioco didattico per mettere alla prova quanto imparato sulla falsariga di un famosissimo quiz televisivo. Giocate anche voi e vedrete che la lettura di un articolo scientifico non sarà più così difficile- Seguite o cliccate sul link per accedere a https://learningapps.org/ e inziare!

Da cosa è composto il sangue?

A volte le materie scientifiche possono risultare un po’ ostiche ma le classi 5B e 5E della scuola primaria dell’ I.C. Alberti-Salgari-Berta, lavorando insieme nell’ambito del progetto “Provaci Ancora, Sam!” hanno trovato un modo efficace, coinvolgente e divertente per illustrare di quali elementi si compone il sangue, e, soprattutto, come ricrearlo con materiali decisamente inusuali.
Tuttə partecipano, collaborano, sperimentano e imparano…provate anche voi grazie al tutorial realizzato dai bambinə della 5B e 5E a creare la vostra boccetta di sangue!

Le domande colorate della 5B

Il passaggio dalla scuola primaria alla secondaria può spaventare, ma se si hanno dei dubbi, a volte basta chiedere! In questo simpatico ThingLink (accessibile cliccando sull’immagine) la V B della scuola primaria Emilio Salgari ha preparato le sue domande e la I D della secondaria di primo grado Leon Battista Alberti ha risposto. Grazie al progetto “Provaci ancora Sam! 2021/22”: uno scambio di voci, immagini, testi per aiutare tuttə a sentirsi meno solə.

Battiti diskoli

Il cuore le si sbatteva dentro quasi avesse messo le ali e anelasse a volar via (Grazia Deledda)
… e se bastassero palloncini, barattoli e cannucce per far sbattere dentro il cuore e vederlo volare via? Possono aiutarci a rispondere a questa domanda i bambinə della classe 5E della scuola primaria dell’I.C. Alberti Salgari- Berta che, nell’ambito del progetto “Provaci ancora, Sam!” hanno realizzato un tutorial per spiegare come riprodurre i battiti del cuore con oggetti della quotidianità. Un esperimento scientifico che vi invitiamo a guardare fino alla fine!

I racconti della I A

Nel corso del II quadrimestre dell’anno scolastico 2021/2022 i ragazzi e le ragazze della classe 1A dell’ I.C. Alberti Salgari- Berta, nell’ambito del progetto “Provaci ancora, Sam!” si sono cimentati/e nella scrittura di racconti fantastici originali, accompagnati anche da disegni realizzati appositamente, con l’obiettivo di mettere in pratica, divertendosi!, quanto appreso a scuola relativamente alla struttura del testo narrativo e di fissare su carta la propria creatività e la propria fantasia. Lasciatevi trasportare dall’ immaginazione e abbandonatevi alla lettura sfogliando il nostro libro digitale!

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

Per visualizzare a schermo intero clicca su Toggle  fullscreen

Per scaricare il pdf clicca sui tre puntini in basso a destra […] e poi su Download PDF File

Il mio quartiere, la mia immagine

Nel corso del primo quadrimestre dell’anno scolastico 2021/2022, i ragazzi e le ragazze della classe 1 A dell’IC Alberti Salgari- Berta, nell’ambito del progetto “Provaci ancora, Sam!” finalmente a spasso per le strade del loro quartiere, Borgo San Paolo, hanno realizzato questa mappa interattiva dedicata ai luoghi per loro significativi e vi invitano ad una passeggiata alla scoperta di un quartiere vivace e in continuo evolversi, da borgo delle fabbriche per antonomasia a zona residenziale con grandi giardini molto amati dagli abitanti under 18 e non solo! Per scoprirlo e visitarlo in compagnia della voce narrante dei ragazze e ragazzi della 1 A, delle fotografie, testi e suoni, approfondimenti online cliccate sull’immagine per accedere a ThingLink.

.
.
Provaci ancora, Sam! è un progetto realizzato con il contributo di Fondazione CSP e Fondazione per la Scuola.

Cubi diskoli

John Cage diceva che l’artista comincia dove finisce il “Bello”… e così non è affatto banale per lə nostrə bambinə creare il proprio primo autoritratto cubista! Così come i primi cubisti non compiacevano il senso estetico comune, cerchiamo una rappresentazione di noi stessə oltre le convenzioni e le aspettative.

Ne vedrete delle belle, e tutte fuori dai margini….

Provaciancora, Sam! promosso da: Città di Torino, Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, Compagnia di San Paolo, per una scuola grande come il mondo all’IC ALBERTI-SALGARI, sperimentiamo con maestre ed educatrici

Tante voci al Museo

Tante Voci al Museo: un percorso di didattica innovativa di Italiano L2, con ragazze e ragazzi da ogni parte del mondo, nuovi e nuove torinesi, al Museo Egizio.

La Storia si incrocia con le storie personali, per imparare nella Bellezza…

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

Per visualizzare a schermo intero clicca su Toggle  fullscreen

Per scaricare il pdf clicca sui tre puntini in basso a destra […] e poi su Download PDF File


Tante Voci al Museo per la Giornata Mondiale del Rifugiato 20/06/2020

Lə giovani del percorso multilingue di italiano per stranieri del CPIA1 Paulo Freire sono lə protagonistə del progetto organizzato da
Diskolé APS e il Museo Egizio di Torino, per imparare a raccontare gli oggetti della collezione allə loro coetaneə nella loro lingua e in italiano.

 

Torna su